martedì 13 novembre 2018, Aggiornato alle 15:27
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Palestra “all’ultimo grido”? No associazione dilettantistica: evasi oltre un milione di euro

Palestra “all’ultimo grido”? No associazione dilettantistica: evasi oltre un milione di euro

Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.

Dietro un’associazione sportiva dilettantistica (quindi senza scopo di lucro) si celava una vera e propria impresa commerciale che offriva agli associati/iscritti corsi di ogni tipo dal  fitness, pesistica, pilates e corsi aerobici .

I finanzieri della Tenenza di Arbatax, attraverso l’esame della documentazione contabile e dopo una minuziosa ricostruzione del volume d’affari prodotto dal 2013 al 2018, hanno svelato la reale natura commerciale dell’associazione, con sede a Tortolì,  che realizzava importanti profitti di cui godevano i due soli  amministratori. Inoltre i frequentatori figuravano, a loro insaputa semplici “soci” e, in virtù di tale attestazione, le quote da loro versate venivano fiscalmente considerate quali “contributi” e, conseguentemente, non tassati.

Al termine delle attività ispettive, sono stati contestati ricavi per euro 1.030.547 oltre violazioni complessive all’IVA per circa 450.000 euro nonché l’applicazione delle relative sanzioni per la posizione lavorativa irregolare di 10 collaboratori da qualificare come dipendenti, con conseguente segnalazione all’Ispettorato Territoriale del Lavoro

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento