martedì 14 agosto 2018, Aggiornato alle 21:47
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Crisi al Comune di Nuoro: Solinas “Psd’Az scaricato per Pizzarotti”

Crisi al Comune di Nuoro: Solinas “Psd’Az scaricato per Pizzarotti”

Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.
L'incontro del Psd'Az tenutosi a Nuoro
L'incontro del Psd'Az tenutosi a Nuoro

Un accordo Cagliari-Nuoro per far fuori i sardisti dalla Giunta del capoluogo barbaricino in vista delle elezioni regionali e avvicinarsi al partito di Pizzarotti.

È il sospetto del segretario nazionale del Psd’Az Christian Solinas, manifestato l’altra sera a Nuoro (APPROFONDISCI) in occasione della riunione dello stato maggiore del partito convocato per dare sostegno al gruppo dei Quattro Mori in municipio e ai due assessori ‘cacciati’ dal sindaco Andrea Soddu a seguito dell’alleanza siglata a livello nazionale tra il Psd’Az e la Lega di Matteo Salvini.

«O il sindaco ha in tasca una nuova maggioranza politica, oppure – questo il ragionamento di Solinas – ha concordato con la Regione il nome del commissario. La linea di far fuori i sardisti a Nuoro è la stessa del sindaco di Cagliari Massimo Zedda. La segreteria del Psd’Az collaborerà per ricucire lo strappo e dare una maggioranza politica a Nuoro. Ma se non ci riusciamo, si lavorerà per dare una maggioranza sardista alla città alle prossime elezioni», promette il leader dei Quattro Mori.

«In tre anni abbiamo sempre lavorato seriamente – ha sottolineato Tonino Bassu, della sezione “28 novembre” – a metà mandato abbiamo chiesto una verifica per sanare delle fragilità: incarichi vacanti, due gruppi politici assenti dalla maggioranza, assessori oberati di lavoro. Ma non abbiamo avuto risposte. Stanchi di questo, non ci siamo presentati in Giunta e gli assessori sardisti sono stati revocati. Da parte nostra nessun atteggiamento ostativo, ma per parlare con noi il sindaco deve azzerare tutte le deleghe e ripartire».

«Siamo i due assessori che hanno fatto più di tutti – ha rimarcato Giuliano Sanna, uno dei “licenziati” dal sindaco. Abbiamo chiesto di riequilibrare gli incarichi ma ci siamo visti scaricare con un ricatto politico. L’accordo del Psd’Az-Lega esisteva anche prima delle politiche quando siamo stati riconfermati dal sindaco. Dovrebbe dirci lui, Soddu, se si è schierato e con chi».

«È vergognoso che il sindaco ci abbia revocato le deleghe senza preavviso – ha denunciato il secondo assessore defenestrato, Antonio Belloi. Abbiamo sempre lavorato tanto, e sempre per il bene della città: nel solo 2017 abbiamo portato a Nuoro 46 milioni di euro per opere pubbliche».

Lascia un commento