lunedì 15 ottobre 2018, Aggiornato alle 18:36
Home > CRONACA REGIONALE > Abbanoa: investimento da 358 milioni di euro per migliorare la rete idrica

Abbanoa: investimento da 358 milioni di euro per migliorare la rete idrica

Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.
Recenti interventi di Abbanoa a Orgosolo

La Società è seconda in Italia per investimenti pro capite

Quasi 180 milioni di euro in campo subito per rendere più efficiente la rete idrica a partire dal 2018 e per i prossimi tre anni. Più 11,5 milioni da spendere per i servizi tecnici di 230 comuni, a partire da maggio e seguendo il modello ipertecnologico Oliena (APPROFONDISCI). E ancora 8,5 milioni nei primi sei mesi dell’anno per undici gare dedicate a servizi di ingegneria e architettura.

Sono alcuni tra i più importanti investimenti di Abbanoa, il gestore idrico unico, il cui piano è stato illustrato ieri a Cagliari nel corso di un incontro con gli operatori economici, le banche e gli amministratori, che anticipa la tre giorni del Villaggio dell’acqua, in programma da oggi e sino al 24 marzo.

Nel 2018 il valore degli appalti avviati supererà i 358 milioni di euro con 225 procedure già calendarizzate. La Sardegna, secondo i dati del laboratorio Ref ricerche, nel 2017 si è qualificata come la seconda regione dopo la Toscana per importo di investimenti pro capite con 62 euro ad abitante.

«Il nostro principio – ha detto il direttore generale Sandro Murtas – è quello di continuare a investire comunque e sempre in ogni parte della Sardegna. A Baradili, con pochissimi residenti, abbiamo un investimento di 85 euro all’anno per abitante».

Ribaditi in numeri di Abbanoa: 12mila chilometri di reti idriche e 6mila di reti fognarie. Con i suoi 350 depuratori e 42 impianti di potabilizzazione la società distribuisce acqua ai 343 comuni soci. Il fatturato (bilancio 2016) è di 396 milioni. Riguardo i prossimi interventi 84 gare riguarderanno appalti per lavori con un importo complessivo di 81 milioni; 50 gare interesseranno servizi d’ingegneria e architettura per un totale di oltre 18 milioni; 91 gare saranno invece su Forniture servizi e appalti misti tra cui cottimo (interventi di manutenzioni ordinarie e straordinarie) e conduzione degli impianti per un valore complessivo di 259 milioni. Tra gli investimenti nel settore fognario e della depurazione il più rilevante con oltre 14,5 mln riguarderà lo schema fognario e depurativo di Valledoria, Viddalba, S.Maria Coghinas e Badesi.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento