Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Mamome: telefoni in tilt da troppo tempo. La CISL chiede un intervento immediato

Mamome: telefoni in tilt da troppo tempo. La CISL chiede un intervento immediato

 

Linee telefoniche non funzionanti ormai da troppo tempo che stanno compromettendo la sicurezza della colonia penale di Mamone (APPROFONDISCI).

La CISL con una lettera indirizzata principalmente al Prefetto Carolina Bellantoni, al Procuratore della Repubblica Andrea Garau e al Provveditore regionale degli istituti penitenziari  Maurizio Veneziano, interviene sull’argomento.

«La Polizia Penitenziaria non riesce ormai a garantire in modo normativamente previsto la sicurezza dell’Istituto e i colloqui telefonici ai detenuti, questi ultimi più volte hanno perso tale colloqui a causa appunto del non funzionamento delle linee telefoniche – scrive il segretario generale Nino Manca. Vista la zona disagiata, purtroppo anche le ricetrasmittenti non funzionano correttamente».

Spesso, segnala il sindacato,  i poliziotti sono costretti ad usare i propri cellulari per garantire almeno interventi di emergenza, come ad esempio per soccorrere una persona che si sente male chiamando il centralino o l’infermeria dell’Istituto dove si trovano le poche linee telefoniche fisse funzionanti.

Più volte, la direttrice  della Colonia Agricola, la Dottoressa Simona Mellozzi ha segnalato il grave disservizio alle autorità istituzionali interessate ma l’appello è caduto nel vuoto.

«Ad oggi la situazione è arrivata al limite della sopportazione. Ad un passo dell’implosione e quindi con tutte quelle che saranno le maggiori complicanze nel garantire il servizio in generale, sia sul versante della sicurezza che del soccorso – scrive Manca. Dunque si sollecita un immediato e urgente intervento e si rinnova la necessità di un incontro per una soluzione definitiva».

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento

*