domenica 23 settembre 2018, Aggiornato alle 21:17
Home > CRONACA REGIONALE > False dichiarazioni per ottenere borsa di studio, denunciato

False dichiarazioni per ottenere borsa di studio, denunciato

Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.

Operazione della Guardia di finanza

Ha dichiarato redditi inferiori per tentare di ottenere una borsa di studio, ma è stato scoperto. Prosegue l’attività di controllo della Guardia di finanza sugli aiuti pubblici indirizzati alla persone più bisognose. In questo caso i riflettori dei militari si sono rivolti sulle provvidenze di “sostegno” al settore scolastico.

«È stata verificata la corrispondenza tra quanto dichiarato con autocertificazione riguardo la consistenza reddituale e quanto censito dalle banche dati in uso al corpo, spiegano le Fiamme gialle. L’esito di tale verifiche ha fatto emergere che il richiedente l’agevolazione aveva falsamente attestato una situazione reddituale inferiore al reale, potendo così beneficiare degli aiuti pubblici».

Le verifiche sono state fatte dalla Guardia di finanza di Muravera che ha scoperto un soggetto residente a San Vito, accusato ora di aver presentato autocertificazioni non corrispondenti alla reale posizione reddituale e patrimoniale, con l’obiettivo di ottenere borse di studio.

È stata così bloccata l’erogazione di un contributo di 1.817 euro. Per il “furbetto” è scattata una denuncia per falso in atto pubblico.

© Tutti i diritti riservati

 

Lascia un commento