sabato 26 maggio 2018, Aggiornato alle 14:42
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Galtellì: commozione e dolore alla fiaccolata in ricordo di Francesco, oggi il funerale

Galtellì: commozione e dolore alla fiaccolata in ricordo di Francesco, oggi il funerale

Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.
La parrocchia Santissimo Crocefisso
La parrocchia Santissimo Crocefisso

Gli amici e i compagni di scuola sfilano in silenzio per il paese: “Per noi sei vita”.

Un corteo silenzioso, carico di dolore e illuminato dalla fiaccole, è partito dalla parrocchia Santissimo Crocefisso ha attraversato il paese di Galtellì, fino alla casa di Francesco Porcu, il 14enne figlio del sindaco Giovanni Santo Porcu, che lunedì pomeriggio è morto nella sua abitazione a seguito di un colpo di fucile che lo ha raggiunto alla testa.

Ad aprire il corteo ieri sera sono stati i compagni di classe del ragazzo, gli alunni della prima C dell’Istituto professionale Alessandro Volta di Nuoro che poco prima hanno partecipato alla veglia di preghiera promossa dal parroco don Ruggero Bettarelli e dai ragazzi della parrocchia.

I giovani tenevano in mano due striscioni “Facciamo della nostra vita un capolavoro” e “Per noi sei vita“. Un messaggio che don Bettarelli, anche lui in testa al corteo a dare sostegno ai giovani, ripete da due giorni. «La vita è un dono prezioso – ha detto – e a 14 anni si è appena sbocciati. Chiedo ai genitori di prestare attenzione ai messaggi dei ragazzi che potrebbero nascondere un disagio. Dopo la tragedia di Francesco invito la comunità a costruire un percorso diverso: deve essere un percorso che dedicata più attenzione ai ragazzi ma anche ai genitori nel difficile compito dell’educazione dei figli».

Una tragedia inspiegabile quella capitata al 14enne di Galtellì, apparentemente senza un perché: «Francesco era un ragazzo un po’ introverso, gentile, educato. Un gesto così non si poteva certo immaginare», continua a ripetere il parroco, che oggi insieme al vescovo monsignor Mosé Marcia celebrerà i funerali previsti per le 15 nella parrocchia Santissimo Crocefisso.

La fiaccolata a fine serata è arrivata nella villetta del sindaco, dove i compagni di scuola e i giovani della parrocchia sono entrati per abbracciare i genitori e le sorelle di Francesco, volato via troppo presto in una circostanza tragica.

Anche l’Anci Sardegna, a nome di tutti i sindaci sardi, si stringe attorno al sindaco Giovanni Santo Porcu, alla sua famiglia e all’intera comunità di Galtellì per il lutto che li ha colpiti “in maniera così drammatica”. L’associazione ha sospeso le attività in segno di lutto.

«Non esistono parole per descrivere una perdita come quella di un figlio, dice l’associazione. Nella lingua italiana non esiste un termine che descriva la condizione di un padre e di una madre che hanno perso la loro creatura. Una lacerazione devastante, uno strappo improvviso. Giovanni – spiegano i vertici dell’Anci – deve sapere della stima unanime che lo circonda da parte di tutti gli amministratori sardi e di tutte le istituzioni che gli riconoscono serietà, competenza, passione».

© Tutti i diritti riservati

 

 

Lascia un commento