martedì 18 dicembre 2018, Aggiornato alle 18:56
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Risolvi l’enigma come un detective: a Nuoro arriva l’Escape room

Risolvi l’enigma come un detective: a Nuoro arriva l’Escape room

Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.
escape room

Rinchiusi in una stanza: per uscire serve l’ingegno

Chi non ha mai sognato di risolvere un enigma come un vero investigatore? A Nuoro ora è possibile grazie a TimeLine, le nuova Escape room, letteralmente stanza da cui scappare, approdata nella centralissima via Giovanni Maria Angioy 13, tra i vecchi vicoli e le case della città dal fascino antico.

Un nuovo modo di giocare, da praticare rigorosamente in gruppo, che da qualche tempo sta spopolando in tutta Italia.

escape room

La reception dell’Escape room TimeLine a Nuoro

Via il telefonino e ogni altra diavoleria tecnologica, aprite gli occhi e 4 mura vi circondano. La luce è soffusa, non sapete dove vi trovate e non ricordate il perché. La porta non si apre, siete ancora confusi. Oggetti anonimi sparsi qua e là sembrano raccontare una storia. Poi un’illuminazione, nulla succede per caso e tutto ha un senso.

Per giocare serve soprattutto la testa, avere logica e non temere di rovistare ovunque a caccia di indizi. Il tempo per risolvere il mistero, aprire la porta e scappare è di 60 minuti. Codici, rompicapo e indovinelli conducono i partecipanti verso la libertà.

Un po’ gioco di ruolo, un po’ gioco di gruppo, l’Escape room è adatta a giocatori di tutte le età. Niente horror o paura, ma solo la voglia di mettersi in gioco come novelli Sherlock Holmes.

L’idea a Nuoro è venuta a Marco Musu, 27 anni, che ha creato la stanza Time Line – Caribbean Storm: durante il rientro da una lunga spedizione ai Caraibi siete stati abbordati da un vascello pirata, derubati di tutti i vostri averi e segregati nelle stive della nave. Un’improvvisa epidemia ha sterminato l’equipaggio lasciando l’imbarcazione alla deriva, in balia dell’oceano. Fortunatamente, la malattia non vi ha colpito e solo voi potete portare il vascello al sicuro, con tutto il suo prezioso carico. Se vorrete salvarvi sarete costretti a ricostruire la storia e trovare la via di fuga. Un timer scandisce ogni secondo che passa, il tempo scorre inesorabile.

Dietro la time line si nasconde l’Escape room Caribbean Storm

«Ho conosciuto il gioco a Milano e ci ho perso la testa», racconta Marco, che da quel momento ha attivato mari e monti per realizzare la sua idea in città. «In un primo momento – spiega – ho cercato i finanziamenti necessari e non trovando nulla stavo quasi per arrendermi. Poi ho partecipato al bando “Garanzia Giovani” e dalla Regione sono arrivate le risposte che attendevo: un finanziamento al 100% per agevolare l’avvio di sturt up innovative e un corso di formazione per imparare a fare impresa».

Il resto è nato dalla fantasia e dalla creatività, condite da una buona dose di coraggio e determinazione. Marco, coadiuvato dall’aiuto di un designer e dell’architetto Alessandro Fenu, e dalla mano preziosa dei suoi amici, Marco Pala, per le musiche, Elia Cosseddu, per i disegni, Roberto Salis e Andrea Sulas, per gli allestimenti, si è inventato una stanza al cui interno è racchiusa una storia ricca di pathos.

«Senza il contributo prezioso delle persone che hanno collaborato con me l’Escape Room a Nuoro non esisterebbe. Un grazie particolare va anche Rossana Basolu e Ilaria Orrù, responsabili di Garanzia Giovani, ai miei genitori e alla mia famiglia», aggiunge con orgoglio Marco.

Tutte le informazioni sulla TimeLine – Carribbean Storm di Nuoro sono disponibili sul sito web www.escaperoomnuoro.it o sulla pagina Facebook TimeLine – Escape Room Nuoro. Gli orari di apertura sono dalle 17 alle 24. Per giocare è indispensabile prenotare attraverso la pagina web dedicata.

© Tutti i diritti riservati

(Informazione promozionale)

Lascia un commento