Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Egitto. Strage in una moschea del Sinai: 235 morti e 109 feriti

Egitto. Strage in una moschea del Sinai: 235 morti e 109 feriti

Egitto, strage in una moschea del Sinai
Egitto, strage in una moschea del Sinai

 

Hanno piazzato una bomba nel luogo di culto e poi sparato sui superstiti in fuga

L’ultimo bilancio parla di 235 morti e 109 feriti fino ad ora.

È stata una strage in una moschea nel nord del Sinai, in Egitto. L’attacco è stato condotto piazzando una bomba all’interno del luogo di culto e sparando poi sui fedeli che fuggivano dopo l’esplosione. Gli attentatori sarebbero giunti sul posto su fuoristrada 4×4.

La presidenza della Repubblica ha annunciato un lutto nazionale di tre giorni per le vittime.

Egitto, strage in una moschea del Sinai

Egitto, strage in una moschea del Sinai

 

 

Ferma condanna dell’attentato arriva in un tweet da Emmanuel Macron: “Tutte le mie condoglianze per le vittime del terribile attentato contro la moschea Bir El-Abid in Sinai”, scrive il presidente francese. Paolo Gentiloni sempre via twitter: “orrore per la strage terroristica nella moschea del Sinai. I nostri pensieri vanno alle vittime, la nostra solidarietà alle famiglie colpite e all’Egitto”. Il presidente Sergio Mattarella ha inviato al Presidente della Repubblica Araba d’Egitto, Abd Al-Fattah Khalil Al-Sisi, il seguente messaggio: “Ho appreso con profondo dolore la notizia del vile attentato che ha colpito poche ore fa la moschea di Bir Al-Abed con un drammatico bilancio di morti e feriti. Nella comune lotta contro il terrorismo e l’estremismo religioso – nemici esiziali della libera espressione del culto – l’Egitto potrà contare sempre sul determinato sostegno dell’Italia”.

Lascia un commento

*