Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Rifiuti biodegradabili: Oristano lascia Arborea per Nuoro

Rifiuti biodegradabili: Oristano lascia Arborea per Nuoro

Lo spostamento del sito di conferimento permetterà un risparmio di 45mila euro

L’impianto di compostaggio del Consorzio industriale provinciale di Oristano (CIPOR) perde uno dei suoi clienti più grossi.

A partire da subito il Comune di Oristano, che è socio del Cipor con un proprio rappresentante nel suo Consiglio di amministrazione, conferirà infatti i rifiuti biodegradabili derivanti dai suoi parchi e giardini all’analogo impianto di compostaggio del Consorzio industriale provinciale di Nuoro.

Il trasferimento consentirà all’amministrazione comunale di Oristano di risparmiare 77,25 euro per ogni tonnellata di rifiuti biodegradabili conferita. Per ogni tonnellata portata all’impianto di Arborea il Cipor chiede infatti 92,25 euro, mentre il Cip di Nuoro si accontenta di 15 euro a tonnellata.

Considerato che ogni anno il Comune di Oristano conferisce circa 600 tonnellate di rifiuti biodegradabili il risparmio complessivo è di oltre 45mila euro e anche considerando i maggiori costi di trasporto appare comunque più che conveniente perché, come recita la determina firmata dal dirigente del Settore Sviluppo del Territorio, “conferendo detti rifiuti presso l’impianto Cip di Nuoro si consegue una sostanziale economia per l’Amministrazione”.

Lascia un commento

*