Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > L’avvocato del killer evaso: “si stava consegnando al parroco”

L’avvocato del killer evaso: “si stava consegnando al parroco”

 

“Il ragazzo si stava riconsegnando in chiesa nelle mani del parroco. Ha problemi di adattamento al carcere, probabilmente ha avuto un crollo psicologico. Ha vissuto male la sua vicenda processuale, non sta bene, deve essere tenuto sotto sorveglianza anche nell’istituto di Uta”.

È la preoccupazione dell’avvocato Stefano Rossi, del Foro di Cagliari che difende, assieme al collega di Olbia Angelo Merlini, il 19enne Paolo Enrico Pinna, di Nule, accusato degli omicidi di due giovani, compiuti nel maggio 2015 a Nule e Orune, evaso ieri pomeriggio dal carcere minorile di Quartucciu e catturato poco meno di due ore dopo dai Carabinieri.

L’avvocato Rossi ieri sera ha incontrato il suo assistito all’interno della caserma di Quartu prima che venisse trasferito nel carcere di Uta.

“L’evasione è stato un gesto disperato, lo dimostrano le modalità, il comportamento di un uomo debole e molto provato – sottolinea il legale. Il mio assistito porta un fardello molto pesante che non riesce a sopportare. Egli rivendica da sempre la sua innocenza ed estraneità ai fatti contestati e si sente ingiustamente colpevolizzato”.

© Tutti I diritti riservati

1 Response

  1. Jack

    Altre cazzate da sparare non ne avevi? Va bene fare l’avvocato pero’ dai su…..si stava consegnando al parroco… era l’unico posto aperto dove poteva avere riparo dal caldo e nascondersi dalle forze dell’ordine…. poi pri.a i capelli poi la barba, poi si scoprira’ che voleva farsi le unghie…. Non e che magari voleva uscire per ferragosto?

Lascia un commento

*