Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Regione: a settembre una conferenza di servizi per il ponte di Oloè

Regione: a settembre una conferenza di servizi per il ponte di Oloè

Il ponte di Oloè sequestrato dall'Autorità giudiziaria
Il ponte di Oloè sequestrato dall'Autorità giudiziaria

La Provincia Nuoro si muove per il dissequestro

Per metà settembre l’assessorato regionale dei Lavori Pubblici convocherà una conferenza di servizi con tutti i soggetti territorialmente e proceduralmente interessati alla realizzazione del ponte sul Cedrino, in località Oloè, posto ancora sotto sequestro dalla magistratura.

È l’impegno preso durante l’incontro a Cagliari fra l’assessore dei Lavori Pubblici, Edoardo Balzarini, il commissario della Provincia di Nuoro, Costantino Tidu, i sindaci di Oliena, Martino Salis, di Dorgali, Maria Itria Fancello, di Orgosolo, Dionigi Deledda, e i rappresentanti dell’ANAS e dell’Ufficio territoriale Opere idrauliche di Nuoro.

Il ponte era stato gravemente danneggiato dall’alluvione del 2013, e dopo i lavori di ripristino, che hanno comportato una spesa di 2,9 milioni, il manufatto aveva però subito nuovi danni nel gennaio scorso.

Nel corso della riunione, durata oltre due ore, è stata esaminata l’ipotesi progettuale elaborata dall’ANAS e sono state analizzate tutte le possibili soluzioni temporanee. Inoltre l’Assessore ha preso atto delle perizie e valutazioni tecniche positive svolte dalla Provincia per consentire il dissequestro del ponte da parte dell’autorità giudiziaria.

«L’immediata possibilità di attraversamento in condizioni di sicurezza del ponte, seppur con le limitazioni imposte dalla Provincia, ente preposto e attuale custode, riguardanti le limitazioni di carico e quelle dettate dai piani di Protezione civile comunali, costituisce una condizione necessaria e sufficiente per far fronte alle non rinviabili esigenze delle comunità interessate – ha dichiarato l’assessore. Solo mettendo allo stesso tavolo tutti gli enti interessati potremo valutare pienamente le proposte dell’ANAS per il nuovo ponte da sottoporre alla Conferenza di servizi per poi portare le risultanze all’attenzione della Giunta. Questo problema, che tanti disagi sta creando alle popolazioni dei Comuni coinvolti è all’attenzione dell’Esecutivo e sono certo che troveremo la soluzione più adeguata, nel rispetto delle norme e della sicurezza di tutti».

Lascia un commento

*