Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > La Corale “Priamo Gallisay” si è esibita nei luoghi storici della Grande Guerra

La Corale “Priamo Gallisay” si è esibita nei luoghi storici della Grande Guerra

La Corale “Priamo Gallisay”
La Corale “Priamo Gallisay”

 

La Corale dell’Associazione Culturale “Priamo Gallisay” di Nuoro, dal 2 al 4 giugno scorso si esibita in concerto nei luoghi storici della Grande Guerra, ospiti del Coro dell’Associazione Nazionale Alpini di Udine, “Gruppo Codroipo”.

Un commovente percorso nei luoghi della memoria e del grande sacrificio, che ha rinsaldato e rinvigorito col canto corale la fraterna amicizia tra Sardi e Friulani.

Il 31 maggio del 2015, in concomitanza con le celebrazioni per il centenario della Prima Guerra Mondiale, l’Associazione Culturale Priamo Gallisay aveva organizzato nel Teatro Eliseo di Nuoro un concerto per cori e Voci Recitanti dal titolo “Il Maggio Radioso”, ispirato ai fatti storici che portarono l’Italia alla partecipazione al grande conflitto mondiale. L’avvenimento aveva proposto una ricca sceneggiatura con una serie di flash back, ripercorrendo i fatti storici del 1915, primo anno del conflitto, e del fondamentale ruolo che ebbero le migliaia di soldati sardi con il loro sacrificio. L’occasione, portò la Corale dell’Associazione Priamo Gallisay a invitare alla storica rappresentazione il Coro dell’Associazione Nazionale Alpini di Udine – Gruppo di Codroipo, zona interessata dal grande conflitto, per l’ideale legame tra Sardi e Friulani uniti nel grande sacrificio. Fu un grande successo di pubblico, rafforzato dal legame fra le due associazioni corali, che in seguito dal 2 al 4 giugno scorso, ha portato la Corale dell’Associazione Priamo Gallisay su invito del Coro Alpino del Gruppo Codroipo, a ripercorrere con una serie di concerti, i luoghi che furono teatro del Grande Conflitto.

E’ stato per la corale nuorese un commovente quanto esaltante momento, ripercorrere luoghi che accomunarono Sardi e Friulani nella difesa dei fronti del Nord – Est, dall’Isonzo al Tagliamento. Ma anche un viaggio nell’arte e nella storia, da Codroipo a Grado, per conoscere le più antiche città del Friuli. Significative sono state le visite alle zone terremotate di Gemona e Venzone, e il concerto tenuto nel Duomo di Codroipo, dove il coro locale ha voluto omaggiare la Corale Gallisay con una straordinaria esecuzione di Non potho reposare, cui ha fatto seguito una non meno straordinaria Tu solus qui facis mirabilia, della corale nuorese diretta dal maestro Sandro Pisanu, culminata con l’esecuzione del brano Ricordi quel treno (vedi filmato), dedicato a tutti i caduti della Grande Guerra. Il giorno 3 il concerto si è spostato all’Isola del Sole e al Teatro Marin di Grado. Concerti anche nell’antica basilica di Santa Maria Assunta di Aquileia e nella parrocchiale di Santa Maria Maggiore di Codroipo. Commozione e lacrime nelle zone segnate dal dolore e dal grande sacrificio, come nel monumentale sacrario militare di Redipuglia, per un’esperienza che ha rinsaldato e rinvigorito un’amicizia comune che la storia ha riservato a Sardi e Friulani.

Michele Pintore

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento

*