Home > CULTURA E SPETTACOLO > Grande successo dell’Antigone dei ragazzi del Liceo Asproni di Nuoro

Grande successo dell’Antigone dei ragazzi del Liceo Asproni di Nuoro

Un momento del saggio finale dei ragazzi del Liceo Ginnasio di Nuoro
Un momento del saggio finale dei ragazzi del Liceo Ginnasio di Nuoro

 

Il saggio è il risultato del Corso di Teatro degli studenti condotto dalla regista Patrizia Viglino

Un momento del saggio finale dei ragazzi del Liceo Ginnasio di Nuoro

Un momento del saggio finale dei ragazzi del Liceo Ginnasio di Nuoro

Grande successo dell’Antigone di Sofocle, messa in scena dagli alunni del Liceo Ginnasio Giorgio Asproni di Nuoro, saggio diretto dalla regista Patrizia Viglino, avvenuta martedì 7 e replicata, a grande richiesta, venerdì 10 giugno 2016, davanti ad un pubblico entusiasta di studenti, insegnanti ed esterni.

Il saggio è il risultato di un Corso di Teatro iniziato lo scorso ottobre, condotto dall’esperta Patrizia Viglino e ha visto alcuni studenti del Ginnasio nuorese coinvolti in un percorso didattico di potenziamento, denominato Liceo Plus. In questo modo il Liceo Asproni ha voluto coinvolgere alcuni studenti in un percorso formativo e creativo che potesse valorizzare le potenzialità dei propri studenti, attraverso lo strumento formativo e ludico per eccellenza come il Teatro.

I giovani alunni coinvolti: Chiara Carotti, Maddalena Canu, Emanuela Corria, Lucrezia Fuser, Pina Marrosu, Grazia Meloni, Giulia Muggianu, Francesco Mulas, Angela Mureddu, Maddalena Pala, Giovanna Piredda, Valentina Sau, Ludovica Usai, oltre a Alice Simonelli e Giovanna Siotto al canto e musiche dal vivo, hanno sorpreso il pubblico numeroso per l’intensità della recitazione e la sicurezza mostrata davanti al pubblico, nonostante la giovanissima età e la novità dell’esperienza.

Il testo, riadattato, affronta tematiche estremamente forti ed universali e si presenta come un testo politico, monito contro la tirannide, rappresentata dal crudele re Creonte che, nello scontro con la volontà della fanciulla Antigone di rispettare la pietas per il fratello morto, finisce alfine distrutto dalla sua stessa tracotanza. Trattandosi di una tragedia, tra le più grandi che il teatro greco ci abbia lasciato, il finale non è lieto ma certamente catartico e tale dovette essere per il pubblico ateniese che assistette alla prima rappresentazione ad Atene nel 442 a.C., nel pieno fulgore della democrazia periclea.

Di particolare fattura l’allestimento scenico realizzato grazie al contributo del MED di Nuoro, il Mercato di Eco Design, targato Cesp e Coop. Lariso, che ha prestato alcuni elementi realizzati con materiale di riciclo, utilizzati per la rappresentazione della reggia del Re.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento

*